Ieri e Oggi…

Nel 1946…mamma Luigina e papà Giuseppe Iebole, "u Pitò", con poche vecchie sdraio e ancor meno ombrelloni iniziarono ad ospitare i primi sporadici bagnanti. Tempi duri per vivere, ma sopravvivere onestamente è fatica disumana.

La grande guerra è da poco finita e la gente di Barusso (zona di ponente) è dedita alla pesca. La spiaggia è piena di reti e barche dei pescatori; papà che è un esperto "Mastro d'ascia" è spesso chiamato per riparare le imbarcazioni e con i suoi abilissimi restauri i gozzi riprendevano il largo.

Riesce a costruirsi una bella imbarcazione e quando un turista la vuole a tutti i costi acquistare, papà a malincuore gliela vende; quei soldi sono troppo necessari per acquistare sdraio, ombrelloni nuovi fiammanti e anche qualche cabina: ecco "u Pitò" diventa bagnino!…E' il 1948: nasce anche Caterina (Rinella), il papà nomina lo stabilimento "Pierinella", legando i nomi delle figlie Piera e Rinella.

Sono passati un po' di anni e……Caterina Iebole con i figli Marco e Valeria, orgogliosi del loro lavoro, continuano con la stessa passione ed entusiasmo questa stupenda attività.

Col trascorrere del tempo le attrezzature si sono naturalmente rinnovate e si è aggiunto un piccolo chiosco-bar. Per offrire un miglior servizio ed essere sempre aggiornati nell'ambito dell'accoglienza turistica, si frequentano spesso Corsi di Formazione Professionale organizzati dalla Regione Liguria, ottenendo così Attestati di Merito. La soddisfazione più grande, resta comunque la dimostrazione di stima e fidelità dei clienti, che frequentano da moltissimi anni lo stabilimento.